Press "Enter" to skip to content

Mafia-mafie, quarta edizione.

Si è conclusa con uno strepitoso successo la quarta edizione dell’evento “mafia – mafie”, organizzata dagli studenti di di Idee Giovani, UniGe di Genova. La stessa, ha visto una partecipazione coinvolgente degli intervenuti. Un plauso agli organizzatori che, anno dopo anno, dimostrano sul campo di raggiungere vertici organizzativi d’eccellenza.
L’orgogliosa collaborazione con il movimento delle Agende Rosse, gruppo “Falcone Borsellino” di Genova, anche associazione Patrocinante, è un sodalizio importante ed indispensabile, non solo per la presenza dei due vice coordinatori presidenti del consiglio direttivo nel movimento genovese, Simone Botta e Antonino Carbone, ma anche perché l’università del capoluogo ligure, in particolar modo il dipartimento di Giurisprudenza, è il “vivaio” della legalità che tanto stava a cuore a Paolo Borsellino e Giovanni Falcone.
Salvatore Borsellino, già ospite parecchie volte all’evento, suo malgrado questa volta ha dovuto rinunciare a causa degli oberanti impegni, non facendo mancare però la sua stima e vicinanza.
Allego con piacere e orgoglio il report diramato dall’ufficio stampa, a cura di Andrea Losno, responsabile della comunicazione.
L’associazione studentesca universitaria Idee Giovani UniGe non si ferma con il suo ciclo di eventi “Mafia-Mafie” e, ancora una volta, riesce a confermare un notevole successo in termini sia di pubblico coinvolto sia di interesse generato.

A registrare questo nuovo importante risultato è stata la giornata di giovedì 22 novembre scorso, in cui si è svolta la quarta edizione di una serie di appuntamenti importante per approfondire temi che non possono vivere, anzi morire, nel silenzio.

“Trattativa Stato-mafia: dalle origini alla sentenza di condanna”, titolo e insieme argomento scelti per il convegno, ha riempito l’Aula Magna del Palazzo dell’Università ed ha ospitato, tra le altre, la presenza del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Genova, Dott. Francesco Cozzi.

L’evento ha visto alternarsi gli interventi di Simone Botta, Presidente di Idee Giovani UniGe nonché Vice-coordinatore del Movimento delle Agende Rosse, gruppo “Falcone-Borsellino” di Genova , che ha efficacemente esposto una ricostruzione dei fatti presi in considerazione dai giudici della Corte D’Assise di Palermo; del Prof. Marco Pelissero, docente di Diritto penale presso l’Università degli Studi di Torino, che ha analizzato la sentenza dal punto di vista del diritto penale sostanziale, rapportando gli articoli 338 (violenza o minaccia a corpo politico) e 289 (attentato contro organi costituzionali) del codice penale; infine, della Prof.ssa Michela Miraglia, docente di Diritto processuale penale presso il nostro Ateneo, che ha incentrato il suo contributo sul profilo processuale, approfondendo gli strumenti delle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia e delle intercettazioni.

Antony Carbone, Vicepresidente di Idee Giovani UniGe e Vice-coordinatore del Movimento delle Agende Rosse, gruppo “Falcone-Borsellino” di Genova, ha avuto il compito di concludere il dibattito e di presentare il progetto “Le Università per la legalità”, la cui terza edizione avrà quale sua sede proprio l’Ateneo genovese.

A chiusura della interessante e proficua mattinata, i ragazzi del Centro di Formazione Artistica di Luca Bizzarri hanno portato in scena, davanti ad una platea ancora attenta ed entusiasta, lo spettacolo “L’asfalto su nel cielo”, dedicato alle vittime delle stragi di mafia.

Andrea Losno

Responsabile comunicazione

IDEE GIOVANI UniGe

Qui il video completo dell’evento: https://www.youtube.com/watch?v=7D03t0yJn9Y&feature=youtu.be

Qui il link allo spazio riservato sul sito dell’Università di Genova: https://unige.it/newsletter_uff/articoli/n79_art1.shtml

Facebook – IDEE GIOVANI UniGe

Instagram – ideegiovani

E-mail – ideegiovani.unige@gmail.com

Giuseppe Carbone
A.R. Genova

 

Clicca per ingrandire

Comments are closed.