Press "Enter" to skip to content

Un anno di Agende Rosse a Mantova

di Movimento Agende Rosse Provincia di Mantova Gruppo “Emanuela Loi” 

Sabato 23 Giugno Arci Salardi, Mantova

UNA GIORNATA INDIMENTICABILE

Per festeggiare il primo compleanno del gruppo mantovano del Movimento Agende Rosse non poteva che esserci un momento di incontro carico di significati e di emozioni. Claudia Loi, sorella della compianta “Emanuela Loi” alla quale è intitolato il gruppo mantovano non dimenticando di ricordare i ragazzi della scorta caduti insieme al Dott. Paolo Borsellino nella strage del 19 luglio 1992, Claudia ci ha raccontato come era, come ha vissuto sua sorella la sua vita nel dovere e come lei da sorella ha vissuto quanto successo ad Emanuela. Ricordi struggenti ma che ci hanno fatto capire quanto dolore ma anche quanta dignità e forza ha dimostrato questa famiglia di fronte ad un lutto incredibile ed improvviso quale è stata la perdita di una sorella e di una figlia.

Prof. Guidotto, Prefetto di Mantova, e Claudia Loi.
Insieme a Claudia Loi, l’evento ha ospitato il Prof. Enzo Guidotto, Presidente dell’Osservatorio Veneto sul fenomeno mafioso, che con i suoi interventi ci ha raccontato uno spaccato degli avvenimenti legati alla mafia dalla nascita alla affermazione in tutta la penisola con tutte le implicazioni politiche del caso. Durante l’incontro si è parlato non solo di passato ma anche di futuro dando evidenza di quanto il gruppo ha fatto e vorrà continuare a fare nel nome di “Emanuela” attraverso i propri eventi informativi e le importanti collaborazioni instaurate in questo intensissimo anno di attività.
 
Non finiremo mai di ringraziare Roberta Gatani, per averci messo in contatto con il professore, persona squisitissima e preparata, e averci fatto da contatto con Claudia Loi ed il marito Enrico, in fine un ringraziamento al Prefetto di Mantova per essere intervenuto. Nel ringraziare tutti coloro che hanno collaborato, e sono intervenuti, il gruppo di Mantova, da prima ringraziare il gruppo di nelle persone di Andrea Del Zozzo e la moglie Patrizia per essere stati con noi, vuole dare un abbraccio fortissimo a Salvatore Borsellino, il nostro capitano, senza di lui tutto questo non sarebbe stato possibile.
 
Ufficio stampa
Paolo Refolo

Comments are closed.