Press "Enter" to skip to content

Posts tagged as “Procuratore”

Salvatore Borsellino “conquista” Genova

2000 persone al “Carlo Felice” di Genova per applaudire Salvatore Borsellino.

di Giuseppe Carbone – Lunedì 4 marzo 2019, il calore di Genova ha accolto Salvatore Borsellino, Angelo Garavaglia Fragetta, Fabio Repici, Stefano Mormile e Annalisa Insardà. L’altra poltrona è stata occupata dal Procuratore della Repubblica di Genova, il Dott. Francesco Cozzi.

I saluti istituzionali sono stati a cura del sindaco di Genova, Dott. Marco Bucci, il sovrintendente del prestigioso teatro Carlo Felice, Dott. Maurizio Roi, il Cardinale arcivescovo Metropolita di Genova, S.E. Angelo Cardinal Bagnasco, il Procuratore Generale presso la corte d’appello del tribunale di Genova, Dott.sa Valeria Fazio e la Dott.sa Ilaria Cavo, giornalista, scrittrice e politica italiana, Assessore regionale ligure alla Comunicazione, alla Formazione e alle Politiche giovanili e Culturali, che ha portato i saluti del Governatore della Regione Liguria, Dott. Giovanni Toti, assente giustificato.

Duemila studenti, frequentanti le scuole della Città metropolitana di Genova hanno applaudito tutti gli interventi, ma, con Salvatore Borsellino, è stato un tripudio di Agende Rosse levate in alto, applausi a scena aperta e cori da stadio, standing ovation, striscioni recanti le scritte: “Agende Rosse“, “Paolo VIVE!” e “La scuola c’è!“. All’appello nominale delle vittime delle stragi di Capaci e Via D’Amelio, urlati da Salvatore Borsellino e Giuseppe Carbone, gli studenti hanno replicato con duemila voci urlanti un “PRESENTE!” da far tremare il teatro. Il suono del “Silenzio” con la tromba del maestro Alberto Farnatale ha fatto scattare tutti sugli attenti, mentre il suono dolce e straziante dello strumento a fiato invadeva l’immensa sala grande. L’attento sguardo degli spettatori con gli occhi lucidi illuminava a specchio il palcoscenico.

Tanta commozione, emozioni a non finire, presentazione del libro “La Repubblica delle stragi“, il monologo “La Scorta” recitata con voce emozionante di Annalisa Insardà, gli intermezzi musicali a cura del gruppo “Progetto16“, una rappresentazione teatrale a cura del C.F.A. di Luca Bizzarri, sapientemente guidata con la regia di Alberto Bergamini, e la presentazione della direttrice artistica Lisa Galantini, hanno accompagnato gli spettatori dalle ore 09,00 alle 13,05. Tutte figure professionali importanti e di alto profilo, che si sono messi a disposizione con un cuore rosso come il simbolo che ci guida.

Quattro ore e cinque minuti che sono volati via senza nessun lamento, senza distrazioni, questa è la città che ha accolto Salvatore Borsellino e le Agende Rosse, questi sono i giovani di Genova!

Giuseppe Carbone

A.R. Genova