Press "Enter" to skip to content

Studenti milanesi presentano il cortometraggio: “Un giorno questa terra diventerà bellissima”

di redazione 19luglio1992.com

Un cortometraggio dal titolo “Un giorno questa terra diventerà bellissima” ripreso da una citazione di Paolo Borsellino, realizzato dagli studenti della classe 4 F Linguistico dell’Istituto Artemisia Gentileschi di Milano insieme al loro professore di lettere, Marco Fragale, ha ricevuto il 1° Premio al Concorso Letterario “Leggere il Novecento”, indetto dall’Istituto Leone XIII di Milano.

Il video, che prende spunto dall’analisi di un romanzo letterario d’obbligo indicato dal Concorso come Il giorno della civetta di Leonardo Sciascia – a giudizio della giuria “sa utilizzare con abilità gli strumenti multimediali del format televisivo di informazione. L’entusiastica partecipazione dei giovani inoltre racconta una dettagliata storia di desolazione e si congeda positivamente con un messaggio di speranza”. I vincitori sono stati premiati dal prof. Giampaolo Pignatari, presidente della giuria, dallo scrittore siciliano Davide Enia e dalla dott.ssa Beba Restelli, membro della commissione giudicatrice.

Gli studenti inoltre, insieme al loro giovane professore, hanno avuto modo di realizzare e presentare a scuola un simbolico volume intitolato La coscienza è conoscenza – Noi giovani contro la mafia per raccontare la verità e far conoscere ai giovani di oggi gli orrori della Mafia. Il libro, contenente variegati e creativi lavori prodotti dagli studenti all’interno di progetti didattici di cittadinanza attiva ed educazione alla legalità realizzati in questi ultimi anni con il prof. Fragale, è stato presentato il 7 giugno presso l’auditorium dell’istituto Gentileschi, con la presenza del dirigente scolastico, prof. Lorenzo Alviggi, del Presidente della Commissione Antimafia della Lombardia, dott.ssa Monica Forte, del giornalista siciliano Alfonso Lo Cascio, Direttore del giornale Espero (comprensorio di Palermo) e del prof. Pietro De Luca dell’Associazione Libera

Comments are closed.