Press "Enter" to skip to content

Seconda tappa del tour «Donne contro la mafia» in terra emiliana

(clicca per ingrandire)

di Sabrina Natali e Giuseppe Montorsi

Tour “Donne contro la mafia”

Secondo appuntamento in Emilia Romagna

Seconda tappa del tour in terra emiliana di “Donne contro la mafia”, l’appuntamento informativo sulla penetrazione e stanzialità delle mafie sui territori del nord Italia. Esperienze vissute in contrasto all’infiltrazione ed al radicamento della ‘ndragheta e di interessi correlati ad essa nel tessuto economico, sociale e politico dei nostri territori.

A parlarne saranno le nostre relatrici che attraverso la loro vita pubblica, la loro professione, il loro ruolo, hanno visto la vera faccia di questi malavitosi che gestiscono fiumi di denaro, frutto di attività illecite, e li sfruttano per asservire i territori, infettando tutto e tutti con le loro attività, sorretti da categorie che dovrebbero denunciare, anziché collaborare (avvocati, commercialisti, ecc.).

Sabato 19 maggio alle 21.00 a Modena presso “La Tenda” in via Monte Kosika saranno con noi e condivideranno le loro esperienze in questo nuovo appuntamento:
Sabrina Natali, coordinatrice del Gruppo Mauro Rostagno del Movimento Agende Rosse di Modena-Brescello;
Catia Silva, ex consigliere di opposizione del Comune di Brescello commissariato per mafia;
Fiorenza Brioni, ex Sindaco di Mantova;
Giulia Paltrinieri, giornalista vincitrice del Premio Morrione 2017 con il suo webdoc “Le mani sul fiume”.

Modererà la serata Donato Ungaro, giornalista, ex vigile urbano del Comune di Brescello a cui sono ispirate le vicende messe in scena nello spettacolo “Va’ pensiero”, opera teatrale di Marco Martinelli ed Ermanna Montanari.

Il format è organizzato grazie alla collaborazione di:
Agende Rosse – gruppo Emanuela Loi di Mantova e gruppo Mauro Rostagno di Modena & Brescello; Terre di Zara; Comitato Mantova, Acqua, Ambiente, Territorio, Legalità; Noi ambiente e salute; Reterosa.

Pagina evento: “Donne contro la mafia”

Per info:
mail: agenderosse.maurorostagno.mo@gmail.com

Vi aspettiamo numerosi!

Gli organizzatori: Gruppi Agende Rosse Emanuela Loi di Mantova e Mauro Rostagno di Modena-Brescello.


Chi è Donato Ungaro

Donato Ungaro, ora giornalista e autista di autobus a Bologna, faceva il Vigile Urbano a Brescello collaborando, autorizzato dalla amministrazione comunale, con la Gazzetta di Reggio. Nei primi anni duemila la sua attività giornalistica lo portò ben presto a scoprire storie di ‘ndrangheta, droga, intimidazioni e a capire che a Brescello qualcosa non funzionava. Ben presto l’amministrazione Coffrini lo allontanò con un licenziamento che più tardi nel 2015 venne riconosciuto illegittimo, perché nella sua doppia veste avrebbe potuto rivelare “segreti”.

Donato Ungaro non si è mai arreso e negli anni ha sempre mantenuto il suo impegno antimafia, impegno che ora viene raccontato con uno spettacolo teatrale dal titolo “Va’ pensiero”, rappresentato in molti teatri d’Italia, per far conoscere le sue vicende.

Comments are closed.