Press "Enter" to skip to content

Salvatore Borsellino al San Giuseppe de Merode di Roma

di Beatrice Andolina e Serenetta Monti (Gruppo Agende Rosse “Attilio Manca” di Roma)

Il 27 novembre scorso l’Istituto San Giuseppe de Merode di Roma  ha ospitato un momento davvero coinvolgente. Noi siamo ancora emozionate per l’incontro tenutosi a Roma, dove ha partecipato Salvatore Borsellino. Non è stato un evento pubblico, ma uno dei tanti appuntamenti che, come gruppo “Attilio Manca” delle Agende Rosse di Roma abbiamo costruito nel tempo. Un incontro con le prime e seconde classi della scuola media dell’antico complesso che si trova nel centro della Capitale. Dobbiamo ringraziare di cuore sia la preside che gli insegnanti che ci hanno contattato all’interno del loro progetto sulla legalità. E dobbiamo ringraziare anche il direttore che, oltre a presenziare durante l’evento,  ha condiviso un breve momento conviviale con tutti noi all’ora del pranzo. L’occasione di portare temi così impegnativi come la mafia, le stragi di mafia tra bambini così piccoli e di poter far loro ascoltare la parola dei famigliari delle vittime, l’abbiamo colta con entusiasmo, ma soprattutto con amore. Quell’amore che da sempre contraddistingue il nostro movimento e ci unisce nella ricerca della verità e della giustizia. L’emozione di vedere quelle faccine concentrate ascoltare le parole ed i racconti di Salvatore Borsellino, a volte crudi (come per la descrizione di ciò che era rimasto in via d’Amelio del corpo, martoriato dall’esplosione, di Emanuela Loi), non si può descrivere e la conserveremo davvero con affetto. E non è descrivibile neanche l’emozione degli stessi bambini che hanno posto delle  domande. Domande asciutte, rese con la semplicità tipica della loro età, ma talmente profonde che noi adulti, ci siamo guardati stupiti. Un lavoro immenso, quello svolto dal corpo docente che, prima della giornata del 27 novembre, aveva già fatto leggere ai bambini “Io dentro gli spari” ed “È per questo che mi chiamo Giovanni“. Letture che ci sentiamo di consigliare a tutti. È stato fatto vedere ai bambini anche il film di Pif:”La mafia uccide solo d’estate“. Alcuni passaggi del film li abbiamo ritrovati nel video che i ragazzi hanno voluto regalare a Salvatore per ringraziarlo. È stata  una giornata davvero ricca di emozioni! Vogliamo condividere con tutti, invece, il breve video  realizzato da bambini delle elementari… che tanto successo ha riscosso all’incontro. Speriamo che questo momento importante verrà ricordato da quei bambini che noi ci auguriamo di ritrovare, cresciuti, a partecipare alle iniziative del nostro movimento. Tutti insieme, nella ricerca della verità e della giustizia. Ringraziamo, infine, quelle Agende Rosse che sono venute ad aiutarci ed invitiamo chi non ha potuto ancora farlo ad avvicinarsi ed essere più attivo all’interno del Movimento tutto. Non ve ne pentirete! Beatrice Andolina e Serenetta Monti (Agende Rosse Roma gruppo “Attilio Manca)

Comments are closed.