Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home
19 luglio 1992 La strage di Via D'Amelio dove persero la vita: Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Claudio Traina, Emanuela Loi, Eddie Walter Cosina, Vincenzo Li Muli,

25

Apr

2014

Salvatore Borsellino intervistato da Primaradio.it PDF Stampa E-mail
Audio - Documenti
Scritto da Redazione www.primaradio.it   
di Redazione www.primaradio.it - 24 aprile 2014

"Parlate della mafia. Parlatene alla radio, in televisione, sui giornali. Però parlatene." [P. Borsellino].
Anche noi ne stiamo parlando in questi giorni. Prendendo le mosse dalla rassegna che a Volpiano da diversi anni parla di legalità. Ben prima del processo Minotauro che ha visto Leinì, comune piemontese, commissariato per infiltrazioni mafiose.
Abbiamo ospitato Salvatore Borsellino, fratello di Paolo, in prima linea per sensibilizzare le persone al contrasto della criminalità organizzata, con il sito www.19luglio1992.com.

24.04.14 - Salvatore Borsellino

Ai nostri microfoni anche il compagno di tante battaglie di Peppino Impastato, Salvo Vitale. Radio Aut tornerà a vivere il 9 maggio (giorno dell'uccisione di Peppino) dalla casa confiscata al boss Badalamenti.

24.04.14 - Salvo Vitale



 

18

Giu

2014

Agenda rossa, la figlia di Borsellino si sfoga: 'Sono offesa, indagini dopo venti anni' PDF Stampa E-mail
Video - Presentazione Libri
Scritto da Irene Buscemi e David Perluigi   
di Irene Buscemi e David Perluigi  - 18 giugno 2014

Un duro sfogo, improvviso, quello di Lucia Borsellino, figlia del magistrato ucciso il 19 luglio 1992, durante la presentazione del libro “Dalla parte sbagliata, la morte di Paolo Borsellino e i depistaggi della strage di via D’Amelio“, di Dina Lauricella e Rosalba Di Gregorio (edito da Castelvecchi). Seduta in platea alla libreria Feltrinelli di piazza della Repubblica a Roma decide ad un tratto di alzarsi e intervenire. “Io vi posso dire solo una cosa e portare qui una testimonianza che sarebbe divenuta verità processuale, se solo fosse stata depositata agli atti dalla procura di Caltanissetta – racconta Lucia – cioè quando vent’anni fa con mio fratello andammo a consegnare l’unica agenda rimasta a casa, quella grigia dell’Enel, l’unico documento in cui si evince che mio padre avesse incontrato l’onorevole Mancino e qualcun altro”. “Questa agenda l’andai a consegnare personalmente, un commesso me la stava sottraendo dalle mani perché fosse messa agli atti – prosegue – Ho chiesto che venissero fatte le fotocopie davanti a me, pagine per pagina, e me la sono portata a casa”. E poi ancora: ” Ho visto dei volti quasi infastiditi. Quando il caro La Barbera è venuto a casa mia a consegnare la borsa di mio padre ho scoperto dopo vent’anni che questa consegna non era stata verbalizzata agli atti. E quando l’aprii e vidi che non c’era l’agenda rossa che ho visto aprire e chiudere da mio padre quella mattina, perché dormivo nel suo studio, dissi come mai questa agenda non è presente? Mi risposero: “Ma di quale agenda sta parlando?”. Ho sbattuto la porta e lui ebbe il coraggio di dire a mia madre: “Faccia curare sua figlia perché sta male, sta vaneggiando”. Io queste cose le raccontai a Caltanissetta. E dopo vent’anni sono tornata lì e non c’era nulla, non c’era una traccia nei verbali”.
Leggi tutto...
 

12

Nov

2014

Iniziative a sostegno di Nino Di Matteo: Sabato 15 novembre, in tutta Italia PDF Stampa E-mail
Editoriali - Manifestazioni
Scritto da Movimento Agende Rosse   
di Movimento Agende Rosse - 12 novembre 2014

In seguito alle allarmanti notizie di stampa odierne secondo cui sarebbero già "in fase avanzata i preparativi per un attentato al pm della trattativa Stato-mafia Nino Di Matteo", il Movimento Agende Rosse, in collaborazione con il coordinamento di cittadini e associazioni "Scorta Civica", si mobilità con una serie di sit-in/flash-mob in tutta Italia Sabato 15 Novembre.
Scopo della iniziativa è incoraggiare i magistrati di Palermo e chiedere al Ministro dell'Interno Angelino Alfano quali ulteriori misure intenda adottare per garantire la loro sicurezza, oltre a dare seguito alla mai realizzata promessa di dotare la scorta del PM Di Matteo del dispositivo bomb-jammer.
 
Salvatore Borsellino oggi ha scritto: 'A chi può interessare eliminare Nino Di Matteo se non a chi ha mantenuto per anni una scellerata congiura del silenzio su degli “indicibili accordi” che oggi, giorno dopo giorno, grazie proprio all’opera di Di Matteo e del pool di Palermo, continuano a venire alla luce?'
 
Di seguito l'elenco in aggiornamento (ore 19.30 del 13/11)  delle città in cui è programmata l'iniziativa nella giornata di sabato 15 novembre:
Leggi tutto...
 

12

Lug

2014

Vado in via D'Amelio perché... PDF Stampa E-mail
Video - Appelli e comunicati
Scritto da Cristiano Pasca - Giuseppe Pipitone   

di Cristiano Pasca e Giuseppe Pipitone - 12 luglio 2014

Il 19 luglio tutti in via D'Amelio, la strada dove persero la vita il giudice Paolo Borsellino e gli uomini della sua scorta! Diteci i motivi per cui andrete alla commemorazione utilizzando sui social l'hastag #VadoInViaDAmelioPerché
Facciamolo per ricordarlo e per far sì che non accadano più fatti del genere... e non dimenticate che l'indifferenza rende complici!
 


Il programma completo della manifestazione:

http://19luglio1992.com/index.php?option=com_content&view=article&id=8106

 

07

Giu

2015

Incontro 'Nel nome di Giovanni e Paolo' - Lanciano (CH), 07/05/2015 (video) PDF Stampa E-mail
Video - Incontri con le scuole
Scritto da di Movimento Agende Rosse Chieti - gruppo “Falcone e Borsellino”   
di Movimento Agende Rosse Chieti - gruppo “Falcone e Borsellino”

Si è tenuto giovedì 7 maggio 2015 a Lanciano (Ch) nell’aula magna dell’I.T.E.T. - Istituto Tecnico Economico e Tecnologico - “E. Fermi” l'incontro-dibattito: “Nel nome di Giovanni e Paolo. Costituzione e stragi! “. L'appuntamento, rivolto agli studenti, è stato promosso, a titolo gratuito, dal Movimento Agende Rosse gruppo “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” della provincia di Chieti, con la collaborazione della Dirigenza scolastica dello stesso Istituto. Sono intervenuti la dott.ssa Basilico - Polizia di Stato di Chieti - e la Prof.ssa Michela Di Pietro - Referente Progetto Legalità -. Ad introdurre i lavori è stato Massimiliano Travaglini del Movimento “Agende Rosse” gruppo “Falcone e Borsellino” della provincia di Chieti mentre come relatori ci sono stati Tonino Braccia già Assistente Polizia di Stato, Superstite e grande invalido per terrorismo nella strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980, ed il Prof. Enzo Di Salvatore, Docente di Diritto costituzionale presso la facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Teramo. A moderare l’evento è stata la Dirigente scolastico Prof.ssa Daniela Rollo.
Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 7 di 1254
Oxandrolone 10mgThe system of instant Virginia Payday Loans allows any adult U.S. citizen. But at the same time, it acts only with sexual arousal. Viagra has a number of advantages in comparison with injections in the sexual organ or other procedures aimed at treatment of impotency.