Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home
19 luglio 1992 La strage di Via D'Amelio dove persero la vita: Paolo Borsellino, Agostino Catalano, Claudio Traina, Emanuela Loi, Eddie Walter Cosina, Vincenzo Li Muli,

07

Mar

2016

'Attilio Manca è nostro fratello' PDF Stampa E-mail
Video - Appelli e comunicati
Scritto da Redazione AMDuemila   
di Redazione AMDuemila - 7 marzo 2016

“Io conosco la ferita che squarcia il cuore quando ti uccidono un fratello. Una ferita che non si può mai rimarginare. Io conosco, perché l’ho visto negli occhi di mia madre, lo strazio di vedersi ucciso il figlio, uno strazio che trova riposo solo nella morte. Conosco la rabbia che ti brucia l’anima ma che ti da la forza di continuare nel vedere la verità e la giustizia negata. Conosco la speranza che non devi mai lasciare morire perché ti permette di continuare a vivere. Per questo Attilio Manca è mio fratello e la sua famiglia è la mia famiglia”. Così Salvatore Borsellino ha voluto esprimere la propria vicinanza alla famiglia Manca che da tempo si trova a dover lottare non solo per avere verità e giustizia, che manca dal 2004, ma anche per difendere la memoria di Attilio Manca. Oltre a lui, in questo video, il contributo di tanti altri membri della società civile, giornalisti, attori, che hanno voluto far sentire la propria voce e ribadire con forza che “Attilio è anche nostro fratello”.
Leggi tutto...
 

01

Mag

2016

'Angeli contro le mafie', il libro di Vincenzo Musacchio PDF Stampa E-mail
Rubriche - Libri
Scritto da Vincenzo Musacchio   

di Vincenzo Musacchio - 1 maggio 2016

"Angeli contro le mafie" è il titolo che ho fortemente voluto per questo libro, perché l’angelo è un essere spirituale al servizio dell'uomo durante il cammino nella sua esistenza terrena. Molti angeli, hanno lo scopo di mantenere alto il valore della giustizia e tra questi ho voluto inserire, a pieno titolo, alcuni fra coloro che hanno combattuto le mafie nel nostro sfortunato Paese. Il libro è semplicemente un abbecedario delle vittime della criminalità organizzata con le loro storie e soprattutto con alcuni particolari della loro vite private forniti direttamente dai loro familiari o parenti più prossimi. Si tratta di uno strumento di educazione civica e di acquisizione di nozioni che andrà a rilevare anche le mafie presenti in Italia, le loro metamorfosi e soprattutto alcune delle figure che le hanno combattute affinché queste ultime non siano mai dimenticate e restino nella memoria dei più giovani come esempio e ricordo imperituro.

Leggi tutto...
 

30

Giu

2016

Armonia, festival in ricordo di Bruno e Carla Caccia - Edizione 2016 PDF Stampa E-mail
Video - Reportages
Scritto da Ufficio stampa di Acmos e Libera Piemonte   
di Ufficio stampa di Acmos e Libera Piemonte - 28 giugno 2016

Con Armonia, l'arte libera il bene, da ormai 8 anni ricordiamo con l'arte e la bellezza Bruno Caccia, magistrato assassinato dalla 'ndrangheta a Torino, il 26 giugno del 1983.
Lo facciamo in un luogo un tempo appartenuto alla famiglia Belfiore: il mandante dell'omicidio, Domenico Belfiore, ha vissuto in questa cascina, che oggi è dedicata al magistrato e a sua moglie Carla.
In questi 3 giorni, centinaia di cittadini hanno partecipato alle serate che hanno proposto buon cibo, arte e ottima musica.
Ecco il racconto del festival.

Ufficio stampa di Acmos e Libera Piemonte
Leggi tutto...
 

14

Mag

2016

'Ecomafie e cittadinanza attiva' - Casoli (CH), 6/5/2016 (video) PDF Stampa E-mail
Video - Conferenze e Dibattiti
Scritto da Movimento “Agende Rosse” gruppo “Falcone e Borsellino” Abruzzo provincia di Chieti   
Movimento “Agende Rosse” gruppo “Falcone e Borsellino” Abruzzo provincia di Chieti  - 14 maggio 2016

Si è svolto venerdì 6 maggio 2016 presso lo storico (ultracinquantenario!) Istituto d’Istruzione Superiore “Algeri Marino” di Casoli in provincia di Chieti l’evento dal titolo: “Liberi. Ecomafie e cittadinanza attiva” organizzato nell’ambito del progetto Legalità con riferimento al Protocollo della Legalità sottoscritto con la Procura della Repubblica di Lanciano e con la collaborazione del movimento delle Agende Rosse gruppo “Giovanni Falcone e Paolo Borsellino” Abruzzo della provincia di Chieti. L’evento gratuito e riservato ai soli studenti delle quinte (5°) classi dell’Istituto è stato fortemente voluto dal Dirigente scolastico D.ssa Costanza Cavaliere e coordinato dai referenti del progetto Prof. Carlo Biasone docente di Diritto e dal Prof. Don Emiliano Straccini docente di religione con la collaborazione del referente delle Agende Rosse Massimiliano Travaglini.
Leggi tutto...
 

14

Gen

2017

Borsellino quater. Avv. Repici: ''Dietro la strage apparati dello Stato'' PDF Stampa E-mail
Documenti - I mandanti occulti
Scritto da Aaron Pettinari   

repici f borsellino quaterdi Aaron Pettinari - 14 gennaio 2017

“Lo stupro della figura morale di Paolo Borsellino, dopo la sua uccisione, è che non Cosa nostra ma banditi di Stato si siano appropriati dell'agenda Rossa”. Le parole dell'avvocato Fabio Repici, legale di parte civile di Salvatore Borsellino, risuonano forti nell'aula D del palazzo di giustizia di Caltanisetta, dove si svolge il quarto processo sull'eccidio di via d'Amelio. Accanto a lui siede proprio il fratello del giudice. Da quel 19 luglio 1992, assieme agli altri familiari, attende di conoscere una verità completa su quanto avvenuto in quella disgraziata domenica. Ancor prima che il collaboratore di giustizia Gaspare Spatuzza iniziasse a squarciare quello “scenario di cartapesta” che era stato costruito, Salvatore Borsellino aveva ripreso la propria lotta chiedendo a gran voce allo Stato giustizia per suo fratello.
Era da tempo che non tornava in aula e lo scorso anno aveva persino pensato di uscire dal processo dopo il rifiuto dell'allora Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, a testimoniare. Sul punto anche Repici è tornato, proprio in apertura di discussione: “E' moralmente intollerabile l'iniziativa assunta da Giorgio Napolitano, nel momento in cui ricopriva la più alta carica dello Stato, di sottrarsi alla testimonianza in questo processo. Ho scoperto che, oltre alla categoria dei testimoni falsi e reticenti esiste anche quella dei testimoni renitenti”. Quella testimonianza mancata (prima ammessa e poi revocata) con il Presidente della Repubblica che inviò una missiva alla Corte d'assise nissena dicendo che la sua testimonianza sarebbe stata ripetitiva, è la raffigurazione plastica di uno Stato che su certi fatti non vuole andare fino in fondo.

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 3 di 1225
How Much Test E Per Weekshort term loans . But it is worth noting that these tests were carried out on the blood cells. Therefore, it's too early to say about scientific evidence of Viagra Without Prescription influence on blood clots.