Press "Enter" to skip to content

Processo Aemilia “NESSUN DORMA” a Roteglia di Castellarano (RE)

30 Aprile 2019
Quando:
9 Maggio 2019@20:45
2019-05-09T20:45:00+02:00
2019-05-09T21:00:00+02:00
Dove:
Casa Maffei - Roteglia di Castellarano (RE)
Via Radici In Monte 84

Questa iniziativa nasce in collaborazione col Comune di Castellarano, un paese, di più di 15.000 abitanti, posto ai piedi delle colline e ai confini con Modena, il fiume Secchia che è proprio lo spartiacque tra le due provincie, Modena e Reggio Emilia. L’industria ceramica è centrale nella sua economia: infatti è un paese ricco e la gente  afferisce principalmente al lavoro in ceramica oltre che nell’agricoltura.                                                          E giovedì 9 Maggio, alle ore 20,45, si terrà presso Casa Maffei a Roteglia di Castellarano (via Radici in Monte 84) una serata dedicata al PROCESSO AEMILIA.

Paolo Bonacini, giornalista e scrittore, che collabora con noi in questo progetto di sensibilizzazione che ci vede presenti su tutto il territorio di Reggio Emilia e Provincia, porterà  alla gente castellaranese, la sua ricerca ed il suo  meticoloso lavoro sul processo. Paolo Bonacini è  inviato al Processo Aemilia per CGIL di Reggio Emilia, collabora con ilfattoquotidiano.it ed è autore del blog “L’Emilia oltre Aemilia” per CGIL. Recentemente, è uscito il suo libro “Le cento storie di Aemilia”.

Il Processo Aemilia, il più grande processo di mafia per numero di persone coinvolte e condannate, svoltosi nel Nord Italia e secondo solo al Maxi Processo di Palermo istruito dal pool di Falcone e Borsellino,  non ha avuto eco a livello dei media nazionali. Si è parlato della sentenza sui tg nazionali soprattutto per il fatto che Iaquinta, ex calciatore della nazionale dei mondiali di calcio 2006, fece bagarre davanti alle telecamere il giorno della lettura della sentenza.  Di certo in tivù si è parlato molto di più del delitto di Cogne (con tanto di plastico da Vespa) che non del processo Aemilia.
Continua così  l’operazione di consapevolezza nei diversi comuni che,  come gruppo Agende Rosse di Reggio Emilia,  cerchiamo  di  concretizzare, partendo proprio da noi stessi e incontrando gli altri. Questo affinché chiunque possa giungere a capire che la mafia è entrata nelle nostre vite ed è ben insediata e radicata anche in Emilia Romagna e nella nostra provincia. Ed è  di gran lunga superato il luogo comune per cui la mafia  sarebbe solo al Sud.

Movimento Agende Rosse -Rita Atria – Reggio Emilia e Provincia