Increase Font Size Option 6 Reset Font Size Option 6 Decrease Font Size Option 6
Home

Donazioni

Paypal o Carta di Credito:

Bonifico:
ASSOCIAZIONE LE AGENDE ROSSE
IBAN IT06E0306901631100000005354









 




In Primo Piano

Omicidio Caccia, la famiglia torna a chiedere la riapertura delle indagini
(VIDEO INTEGRALE DELL' INCONTRO ALL'INTERNO)

Omicidio Caccia, legale famiglia: 'Alcuni magistrati a Torino e Milano sanno verità'

di Elena Ciccarello - 4 ottobre 2014




 
Mafia, ‘ndrangheta ed eminenze grigie: sono questi gli interessi che si nascono dietro l’omicidio di Bruno Caccia, il capo della Procura di Torino ucciso il 26 giugno 1983 e di cui non si conoscono ancora i killer. L’accusa arriva dai familiari del magistrato assassinato a colpi di pistola mentre portava a passeggio il cane sotto casa. Un omicidio clamoroso, unico caso di magistrato ucciso dalla ‘ndrangheta nel nord Italia, ancora avvolto dal mistero e inspiegabilmente dimenticato. Unico condannato il boss Domenico Belfiore, all’ergastolo come mandante. “Ci sono magistrati a Torino e Milano che sanno cosa è avvenuto a monte dell’attentato di Bruno Caccia e durante i depistaggi che lo hanno seguito”, ha denunciato ieri sera l’avvocato Fabio Repici, legale dei familiari di Caccia, durante un incontro pubblico organizzato dalla Commissione antimafia di Milano. “Il processo sulla morte del procuratore è stato gambizzato sin dall’inizio dal magistrato che in quegli anni conduceva le indagini, ovvero il pm Francesco Di Maggio”, ha accusato il legale.
Leggi tutto...
 

Ordina un DVD o un'Agenda Rossa



Appuntamenti

20

Ott

2014

Editoria: nasce L'Ora quotidiano online PDF Stampa E-mail
Scritto da ANSA   
di ANSA - 18 ottobre 2014

Palermo. Da lunedì 20 ottobre sarà on line www.loraquotidiano.it, un quotidiano digitale generalista, diretto da Vittorio Corradino, Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza, affiancati da uno staff di giornalisti con alle spalle anni di cronaca sul campo. Loraquotidiano.it - dice una nota - intende raccontare la Sicilia giorno per giorno, con un'attenzione particolare su Palermo, recuperando la tradizione artigianale dello storico quotidiano del pomeriggio, pilastro dell'informazione civile e antimafia del giornalismo italiano. Le inchieste giudiziarie più scottanti, i retroscena dei Palazzi del potere politico e di quello economico, le alchimie e i paradossi di una terra che mai come oggi è un laboratorio in continua evoluzione: tutto questo sarà sulle pagine de loraquotidiano.it, ma anche sul magazine bimestrale cartaceo, che ospiterà approfondimenti e inchieste. Contemporaneamente, continua la nota, tornano in edicola I Quaderni de L'Ora: il numero 11 è dedicato all'imminente deposizione del Presidente Giorgio Napolitano al processo sulla Trattativa Stato mafia, con interventi di Alfonso Giordano, presidente del Maxi Processo, dell'ex pm Antonio Ingroia, un sondaggio tra i 90 deputati dell'Ars e con "Squilla il telefono", inedito teatrale di Giulio Cavalli, sull'inchiesta Stato-mafia della procura di Palermo.

ANSA


 

18

Ott

2014

Vincenzo Calcara: "Andreotti, Brusca e Matteo Messina Denaro" - Video PDF Stampa E-mail
Scritto da Salvo Mandarà   
calcara-podcast-2parte-salvo5puntozerodi Salvo Mandarà - 17 ottobre 2014

Vincenzo Calcara parla di quando salvò la vita ad Andreotti, attacca Brusca e si rivolge direttamente a Matteo Messina Denaro.

Visita: salvo5puntozero.tv

Da: AntimafiaDuemila.com
 

 

17

Ott

2014

Marcia per la Pace Perugia-Assisi - 19 ottobre 2014 PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione www.perlapace.it   

di Redazione www.perlapace.it - 17 ottobre 2014

Domenica 19 ottobre marceremo insieme contro la terza guerra mondiale, per la pace e la fraternità. Sarà un giorno importante per dare voce a tutte le persone che chiedono disperatamente il nostro aiuto, per chiudere l’era della Grande Guerra e dare inizio all’era della Grande Pace. Ma, come sappiamo, marciare non basta. Oggi più che mai abbiamo bisogno di trasformare la Marcia di un giorno nella Marcia di tutti i giorni.

Di fronte alle gravi crisi che stiamo vivendo, abbiamo bisogno di ripensare e rinnovare il nostro impegno per la pace, di accrescerne la qualità e l’efficacia, di unire le forze e promuovere il più ampio coinvolgimento di ragazzi e ragazze, gruppi, associazioni e istituzioni.
Il popolo della PerugiAssisi è una vasta rete di persone, gruppi, associazioni, scuole ed enti locali. Una rete che deve farsi sentire con sempre più continuità, competenza e profondità, agendo insieme con una strategia comune.

Leggi tutto...
 

18

Ott

2014

Catania: veleni a Farmacia, tutti assolti. 'E' ingiusto, non cambia mai nulla' PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione www.lasiciliaweb.it   
di Redazione www.lasiciliaweb.it - 17 ottobre 2014

CATANIA - La Terza sezione penale del tribunale di Catania ha assolto, perché il fatto non sussiste, gli otto imputati nel processo su presunti casi di inquinamento ambientale nella facoltà di Farmacia.

Secondo l'accusa, erano stati provocati da versamenti nei lavandini dei laboratori di composti chimici utilizzati per sperimentazione. Il tribunale ha disposto anche il dissequestro delle aree interessate nella cosiddetta inchiesta sui veleni della facoltà.

I capi di imputazione contestati nel processo andavano dal disastro ambientale all'omissione di atti d'ufficio. Il pm Giuseppe Sturiale nell'udienza del 10 gennaio scorso aveva chiesto condanne comprese tra 3 anni e due mesi e 4 anni di reclusione per gli otto imputati. La sentenza è stata accolta nel massimo silenzio. In aula erano presenti familiari di una specializzanda in Farmacia, Agata Annino, morta a 30 anni per un tumore.

Leggi tutto...
 

17

Ott

2014

Salvatore Borsellino a Gubbio - 18 ottobre 2014 PDF Stampa E-mail
Scritto da Redazione Antimafiaduemila.com   

di Redazione Antimafiaduemila.com - 17 ottobre 2014

Incontro a Gubbio (Perugia) con Salvatore Borsellino, fratello di Paolo Borsellino, il magistrato ucciso nel 1992 in un attentato mafioso. Il 18 Ottobre 2014 alle ore 17:00, presso l'ex refettorio della Biblioteca Sperelliana. Borsellino tratterà dei complessi rapporti tra Stato e Mafia e si confronterà con i giovani su un argomento spinoso ma ancora attuale. Ad organizzare l'evento, patrocinato dal Comune di Gubbio, quattro ragazzi, tra i 17 e i 19 anni: Arianna Brunelli, Dzenisa Iseini, Laura Rogari e Daniele Sannipoli. L'incontro corona l'impegno dei giovani studenti, che fin dal mese di Maggio si sono adoperati per la riuscita dell'evento e che sperano in una larga partecipazione. A moderare l'evento sarà Patrizia Avvocato Guerri.

Redazione Antimafiaduemila.com

Leggi tutto...
 

17

Ott

2014

Onorato: 'La Barbera usava Scarantino, portava indagine su strade diverse' PDF Stampa E-mail
Scritto da Miriam Cuccu   
di Miriam Cuccu - 16 ottobre 2014

Nelle celle dell’Ucciardone i boss “si mettevano a ridere” commentando le primissime indagini sulla strage di via D’Amelio, nelle quali “venivano messi imputati persone fuori di Cosa nostra”. E il merito era tutto dell’ex questore di Palermo Arnaldo La Barbera, capo del gruppo investigativo “Falcone e Borsellino”. È quanto racconta Francesco Onorato, ex reggente del mandamento di Partanna-Mondello, davanti alla Corte d’Assise di Caltanissetta che celebra il processo Borsellino quater. "La Barbera c'ha i corna dure, riesce a portare in una strada diversa questa indagine" dicevano i boss di Cosa nostra in carcere. “Quando Scarantino collabora – spiega Onorato – sia con Pino Galatolo che con qualche altro uomo d'onore si parlava di questo episodio, che La Barbera usava lo Scarantino per parare altre persone, portando una strada diversa da quella che poi realmente era. Eravamo nella stessa sezione nel '95-'96 io e Pino Galatolo, fratello di Enzo e rappresentante della famiglia dell'Acquasanta”.

Francesco Onorato, collaboratore dal ‘96, ha trascorso vent’anni tra le fila di Cosa nostra. Ha partecipato a molti omicidi, alcuni eccellenti, come quello del democristiano Salvo Lima, altri sui quali aleggiano ancora molti misteri, come l’assassinio dell’agente Emanuele Piazza o il fallito attentato all’Addaura contro il giudice Falcone. È stato ascoltato in centinaia di processi, tra cui quello sulla trattativa Stato-mafia. In nessuna occasione era mai uscita alcuna connessione tra La Barbera e Vincenzo Scarantino, il falso collaboratore sul quale è stato costruito un intero processo, salvo poi essere demolito dalle dichiarazioni del superpentito Gaspare Spatuzza. “Me ne sono ricordato un anno e mezzo fa – si limita a replicare il collaboratore di fronte alle obiezioni di pubblici ministeri ed avvocati – poi quando uno ha occasione di parlare ne parla…”.

Leggi tutto...
 
«InizioPrec.12345678910Succ.Fine»

Pagina 1 di 885
Rx LevitraBuy Pfizer Viagra
 

Petizione Agostino

Fino all'ultimo giorno della mia vita

Ultimi Commenti

Pagina Facebook